La Creazione di Adamo è probabilmente l'affresco più celebre presente nella Cappella Sistina e tra i più celebri dell'arte moderna.

Venne realizzato da Michelangelo nel 1511 circa ed è situato nella volta. Fu tra i i dipinti più complessi e difficili da realizzare e ci impiegò sedici giornate. Michelangelo partì dalla figura di Dio e gli Angeli e successivamente affrescò la figura di Adamo.

Adamo si trova nella parte sinistra, sdraiato per terra nell’atteggiamento di chi si sta svegliando, mentre Dio nella parte destra arriva dal cielo circordato dagli angeli.
Lo sguardo del Creatore è deciso, quello di Adamo sembra di ingenuo stupore.

La Creazione di Adamo affrescata da Michelangelo nella Cappella Sistina

Michelangelo si ispirò alla frase della Genesi "Dio creò l’uomo a sua immagine" disegnando due corpi simili, entrambi forti e robusti; Adamo è rappresentato come un giovane forte mentre Dio con una lunga barba e capelli grigi.

I due sono protesi l'uno verso l'altro con le dita che quasi si toccano. Questo famoso gesto rappresenta il divino soffio della vita. L’indice del Creatore è puntato verso l’uomo in maniera autorevole, come per far scoccare una scintilla; la mano di Adamo, invece, appare ancora debole, appena animata dalla nuova energia che il Signore gli sta trasmettendo.

Lo sfondo della scena non contiene molti dettagli e lo sfondo chiaro mette in risalto ulteriormente i personaggi e la scena si trasforma in chiaro messaggio iconico.

Verifica la disponibilità